Resistenza ed esilio

Compositori in esilio

Schönberg fu uno dei tanti compositori (tra cui Ernst Toch e Igor Stravinsky) che finirono nel clima caldo della California, e come molti altri trovò difficile adattarsi all'inizio a una vita fuori dall'Europa.

Continua a leggere

Partigiani

Durante la Seconda guerra mondiale, molti ebrei sfidarono gli oppressori nazisti partecipando attivamente a una guerra di resistenza clandestina. Questa guerra partigiana, condotta da forze clandestine che operavano in territorio nemico, era diffusa nelle foreste e nelle paludi dell'Europa orientale.

Continua a leggere

Resistenza francese

Il motivo iniziale della Quinta Sinfonia di Beethoven divenne un potente simbolo per le forze alleate. Corrispondente in codice Morse alla lettera "V" per la Vittoria, è stato reso famoso da Winston Churchill che formava una "V" con le dita.

Continua a leggere

Cabaret berlinese in esilio

Gli anni Venti segnarono una "età dell'oro" del cabaret tedesco (Kabarett), con locali come lo Schall und Rauch (Suono e fumo) di Max Reinhardt e il Wilde Bühne (Palcoscenico selvaggio) di Trude Hesterberg a Berlino, e Die Elf Scharfrichter (Undici boia) a Monaco di Baviera che offrivano un intrattenimento edonistico, avanguardistico e rischioso.

Continua a leggere

Varian Fry e Alma Mahler-Werfel

Conosciuto talvolta come lo Schindler americano, Varian Fry salvò più di 1.000 persone dalle persecuzioni naziste in Francia e Germania nel periodo 1940-41.                                                              

Continua a leggere

La persecuzione sistematica degli ebrei e di altri gruppi mirati ha lasciato il segno nella cultura mondiale, mettendo a tacere innumerevoli musicisti e compositori. Questa sezione esplora le loro due principali risposte all'oppressione nazista: Resistenza ed Esilio.

Si scoprirà come i musicisti hanno sfidato il regime attraverso esibizioni segrete, composizioni codificate e sforzi di conservazione culturale. Inoltre, conoscerete le esperienze di coloro che sono stati costretti all'esilio, le loro lotte per adattarsi e ricostruire le loro carriere all'estero e l'influenza duratura che hanno avuto sulla musica in tutto il mondo.

Questa sezione getta luce sulla tragica perdita di potenziale artistico e sul suo profondo impatto sullo sviluppo culturale tedesco e internazionale.

Arnold Schoenberg

emigra
Compositore

Il compositore Arnold Schönberg (1874-1951), insieme a Berg e Webern, è conosciuto come la Seconda Scuola Viennese. La sua rivoluzionaria tecnica musicale della dodecafonia (dodici toni) è stata la sua firma.

Berthold Goldschmidt

emigra
Compositore

Il compositore emigrato Berthold Goldschmidt (1903-1996) è morto a Londra all'età di 93 anni. Aveva vissuto nello stesso appartamento al piano terra da quando aveva lasciato la Germania per sfuggire ai nazisti nell'ottobre del 1935.

Hanns Eisler

emigra
Compositore

Il compositore marxista Hanns Eisler (1898-1962) si trovava a Vienna nel gennaio 1933 quando Hitler divenne cancelliere tedesco. Eisler rimase fedele ai suoi ideali comunisti, fuggendo dalla Germania nazista negli anni Trenta e dall'America negli anni Quaranta.

Joseph Schmidt

emigra
Cantante
Attore
Cantore

When the war broke out Joseph Schmidt (1904-1942) fled to France then retreated to Switzerland. Although in possession of an American visa and well known, he was interned and, owing to a lack of medical attention, he died on 16 November 1942.

British Internment and Music

emigra
Compositore

Hans Gál (1890-1987) enjoyed professional success prior to 1933. When the Nazis came to power, he served as director of the Mainz Conservatory but was dismissed and his work was banned from both performance and publication.

Paul Arma

Compositore
emigra

Paul Arma (1905-1987) è una figura cruciale nella storia della musica della Resistenza francese, sia per le canzoni che ha composto sia per i suoi sforzi di preservare l'enorme corpus musicale creato durante la guerra. Arma vedeva le canzoni della Resistenza non solo come fonti di speranza e atti di coraggio in tempo di guerra, ma anche come importanti manufatti da salvare.

Leopold Spinner

emigra
Compositore

Il compositore, musicologo ed editore ucraino Leopold Spinner (1906-1980) sfuggì alle persecuzioni naziste nel 1938. In Inghilterra lavorò in una fabbrica di treni prima di entrare in Boosey & Hawkes nel 1947, dove divenne capo redattore, concentrandosi su Stravinsky.

Varian Fry e Alma Mahler-Werfel

emigra
Compositore

Varian Fry (1907-1967) è stato un giornalista americano che ha gestito una rete di salvataggio nella Francia di Vichy che ha aiutato circa 2.000-4.000 rifugiati antinazisti ed ebrei a fuggire dalla Germania nazista e dall'Olocausto.

Hans Keller

emigra
Musicologist

Il musicologo e critico musicale britannico di origine austriaca Hans Keller (1919-1985), che ha dato un contributo significativo alla musicologia e alla critica musicale, fu arrestato dai nazisti e costretto a lasciare l'Austria dopo l'Anschluss del 1938.

Bela Bartok

emigra
Compositore

Béla Bartók (1881-1945) è stato un compositore, pianista ed etnomusicologo ungherese. È considerato uno dei più importanti compositori del XX secolo. Si rifiutò di esibirsi in Germania dopo il 1933.

Alexander Zemlinsky

emigra
Compositore
Direttore d'orchestra

Alexander Zemlinsky (1871-1942) è stato un compositore, direttore d'orchestra e insegnante austriaco. Fuggito dalla Germania nel 1933, raggiunse gli Stati Uniti nel 1938, ma non ebbe successo e fu quasi dimenticato.

Jan van Gilse

emigra
Compositore

Jan van Gilse (1881-1944), compositore e direttore d'orchestra olandese, iniziò a dirigere il Conservatorio di Utrecht nel 1933, incarico che accettò dopo aver lasciato Berlino in seguito all'ascesa del regime nazista.

Sostenitori

Partigiano

Durante la Seconda guerra mondiale, molti ebrei europei sfidarono gli oppressori nazisti opponendo una resistenza attiva. Questa guerra partigiana, condotta da forze clandestine e irregolari che operavano in territorio nemico, era particolarmente diffusa nelle fitte foreste e nelle paludi dell'Europa orientale.

Shmerke Kaczerginski

Musicista
Partigiano
Poeta

Poet and partisan fighter Shmerke Kaczerginski (1908-1954) was a collector of Yiddish Shoah song. He was sent to the Vilna ghetto in early 1942 where he crafted songs to console prisoners and encourage resistance.

The Troubadours of the French Resistance

Partigiano

Songs of the French resistance were collected by Paul Arma with his wife Edmée to rescue from obscurity the numerous songs that were written as acts of resistance during World War II, and to recognise the efforts made and dangers faced by their creators.

Resistenza ed esilio

Inni per la Francia

I regimi politici utilizzano gli inni come simboli dei loro valori e delle loro aspirazioni. Mentre la Francia era divisa dalla guerra, adottò tre inni tra nord e sud.

Resistenza ed esilio

British Internment and Music

In September 1939, the British government established tribunals to evaluate the potential security risk of all UK resident German and Austrian nationals.

Resistenza ed esilio

Compositori In Esilio

Per molti compositori ebrei, l’ascesa al potere del Nazismo portò ad una scelta drastica: restare e sottomettersi, oppure trasferirsi in terre lontane.

Resistenza ed esilio

György Ligeti

L'educazione musicale del compositore austro-ungarico György Ligeti (1923-2006) fu interrotta quando fu mandato ai lavori forzati dal regime di Horthy.

Resistenza ed esilio

Kurt Huber

Kurt Huber (1893-1943) was a member of the Munich-based resistance group, die Weiße Rose. His execution in 1943 sent shock-waves throughout Europe.

Resistenza ed esilio

Paul Arma

Paul Arma (1905-1987) vedeva le canzoni della Resistenza non solo come fonti di speranza e atti di coraggio bellico, ma anche come importanti manufatti da salvare.